La voce delle piante 30

La voce delle piante 30

24 gennaio 2020

la voce delle piante
 Io sono Matteo Ragni l’agrotecnico: la voce delle piante.

    Questa è la mia newsletter, il mio spazio dedicato all’informazione e condivisione delle mie attività.

 

Bacche rosse per Natale con il Pyracantha Red Star! Frutti rossi dal primo anno di coltivazione, piante compatte e piene di fiori e di frutti! Per vedere la descrizione della varietà CLICCA QUI!

Non sono pronto per il NATALE!

Mi mancano ancora molte cose da chiudere in questo impegnativo 2019 e siamo già in settimana 51!
Le cose che devo chiudere sono quasi tutte belle ed interessanti: nuove collaborazioni dal 2020, nuove varietà da testare e un bellissimo campo prova che piano piano (soprattutto se smette di piovere!) prende forma.
Le cose “brutte”, o meglio impegnative, che devo chiudere sono rapporti viziati che si trascinano da troppo tempo. Nel 2020 si deve pensare al futuro, non all’oggi! Si deve pensare ed agire. Altrimenti si rischia di scomparire. Spero di vedere nascere tante nuove aziende agricole nel 2020, perché nel 2019 ne ho viste “chiudere” parecchie!

Buon Natale a te e alla tua famiglia!

 

Ci vediamo all’IPM ad Essen dal 28 al 31 gennaio?

Lo scorso anno ho organizzato con un gruppo di amici un giro “ragionato” così è stato definito: Ti interessa fare un giro? Scrivimi quando vieni matteo@matteoragni.eu





COHEN e JALDETY: Elevati standard di coltivazione attirano i principali ibridatori e produttori di giovani piante in Israele. Due articoli di  Elita Vellekoop  per © FloralDaily.com

 

Juniperus
BLUE IVORY
 

Senecio
ORANGE FLAME
 

Echeveria
COMPTON CAROUSEL
 

Pyracantha
RED STAR
 

Morus
MOJO BERRY
 

Wisteria
FLORIBUNDA ROSEA
 

Petchoa
SUPERCAL® CHERRY
 

Thuja
TOTEM SMARAGD

 

Sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) che gira intorno alla terra da anni si compiono esperimenti con le piante. L’idea è di capire come si comportano le piante in assenza di gravità, produrre cibo fresco per gli astronauti in previsione di lunghe missioni e testare le reazioni dei corpi degli astronauti mentre si prendono cura delle piante.
Roba da matti, un progetto chiamato Veggie, clicca qui per leggere gli ultimi aggiornamenti del progetto.
 

La pianta più bella, le etichette proprio come è da anni che cercavo, il vaso acido come tanta gente che c’è in giro ma almeno questo verde è bello.
GLOBEPLANTER ITALIA


Nel mio Editoriale di Flortecnica 407 scrivo che “provo un’invidia verde, secca e bruciante. Nelle ultime settimane ho incontrato numerosi ibridatori. Tutti matti gli ibridatori l’ho sempre detto. Mi difendo quando li incontro, li considero degli ingenui, dei sognatori; degli “artisti”. Mi mangio il fegato dall’invidia, mi si secca la lingua dalla gelosia, mi bruciano gli occhi dal desiderio di essere anche io capace di creare qualcosa di vero, unico, eccezionale. Un’invidia, la mia, che non tiene conto degli anni di lavoro, della pazienza dell’attesa, della voglia di migliorare. Una secca e bruciante voglia di affermazione di sé. Un desiderio di riempire il proprio ego che viene prima ancora della forma della pianta, del colore dei fiori, della forza delle radici. Un’affermazione del proprio volere sulla natura, diventare come degli dei che dispongono della natura e degli uomini a loro piacimento.
Io non sarò mai un ibridatore, non sarò mai un coltivatore ma un appassionato narratore dei sogni degli ibridatori, la voce delle piante che con le loro storie sono capaci di placare la mia invidia.”
 E tu chi sei? Raccontamelo scrivendomi: matteo@matteoragni.eu


Blossomzine winter 2019