MINIFIORE

MINIFIORE

10 dicembre 2018

MINIFIORE: quando un piccolo fiore diventa un segno!

Qundo i dettagli fanno la differenza, quando anche la capocchia di un ago è importante, piccole cose che in un mondo omogeneizzato e tutto uguale danno carattere e mostrano la capacità di scegliere.

Scegliere vuol dire anche entrare nei dettagli, immedesimarsi con gli occhi della gente che è sempre più distratta ma è attirata dal maniacale del super piccolo. Dettagli di fiori e dettagli di un dito.

Quando mi viene chiesto cosa produrre e io propongo stranezze e piccolezze, per me importanti perché caratterizzano e fanno la differenza, mi viene spesso risposto che queste cose sono troppo particolari, che la gente non le vuole. Poi però mi ritrovo nei garden center italiani piantine, piantucole che i bravi amici olandesi ci mandano senza che gli amici gardenisti le abbiano scelte per “completare l’assortimento”. Accade così che compaiono anche nei garden italiani distese di Aubretia, insalatine miste di Claytonia o praterie di Saxifraga.

Le piante che propongo, piante nemmeno così assurde come Erodium o Mecardonia, apparentemente nessuno le vuole. Ne ho raccolte alcune nelle foto qui accanto, scatti raccolti in un pomeriggio di sole in un garden center.

Li riconosci? Ti piacciono? scrivimi!