Sedum Sunsparkler 'Dazzleberry'

SEDUM

12 aprile 2016

Prima che i produttori se ne sono accorti i collezionisti e gli appassionati. Facili da produrre e belli per la loro variabilità di forme e colori sono sempre più presenti nelle nostre produzioni tanto da spingere alcuni ibridatori a selezionare e creare nuove varietà. Dal particolare Sedum lydium glaucum f. crestatum “Croci” selezionato da Bonetto ed omaggiato al nostro fondatore alla bellissima fioritura dei Sedum telephium il mondo è ricco di queste piante.

Recentemente anche gli ibridatori si sono accorti che può valere la pena investire su questa specie. Chris Hansen ha introdotto un nuovo Sedum chiamato ‘Dazzleberry’, che è considerato un balzo in avanti tra i sedum da fiore. ‘Dazzleberry’ si inserisce nella serie Sunsparkler caratterizzata da varietà copri-suolo e compatte ma dalle belle fioriture dai colori appariscenti e dalla vegetazione carnosa.

Il ‘Dazzleberry’ genera delle belle e tonde sfere di colore grazie alla vegetazione dal fogliame grigio-blu e dai fiori porpora. Nella tarda estate produce numerosi grappoli di fiori color lampone per oltre sette settimane. La fioritura è primaverile cioè precoce rispetto agli altri sedum che hanno un carattere più estivo. Ma la cosa interessante è la durata fino all’inverno dei fiori.

Ovviamente è una varietà completamente perenne da noi con una grande adattabilità a molti tipi di terreno ed esposizione. Il meglio lo si ha con terreni sciolti e fertili e in pieno sole. ‘Dazzleberry’ è docile anche in mezzombra o in terreni più umidi. L’unica perdita sarà quella della bella colorazione autunnale che è più evidente in terreni asciutti e matura sotto il sole diretto.

‘Dazzleberry’ è adatto per l’uso in giardini rocciosi e in vaso. Con il suo portamento compatto crescente crea una pianta attraente. Sedum Sunsparkler ‘Dazzleberry’ è un ottimo candidato per far parte dei programmi di coltivazione di perenni grazie al suo lungo periodo di fioritura.

 

Propagazione

Sedum ‘Dazzleberry’ si riproduce per via vegetativa con talea di punta. Si tratta di una cultivar brevettata e la propagazione senza permesso dell’ìibridatore è illegale.

Per iniziare il taleaggio si deve inumidire il terriccio che ospiterà le talee in erba. Una volta piantate, per i primi giorni di propagazione, assicurare una media bagnatura delle talee per poi ridurla al minimo con il passare del tempo. La bagnatura normalmente è necessaria per i primi 7-12 giorni dal trapianto, poi non è più necessaria.

Una volta iniziate a spuntare le radici si deve sospendere l’irrigazione per avere radici forti e solide.

È utile nella fase iniziale una concimazione con Azoto da 50 a 100 ppm almeno una volta alla settimana che inizia 10 giorni dopo la radicazione. Di solito ci vogliono due o tre settimane per la radicazione con temperature del terreno intorno ai 20°C. Per facilitare la ramificazione è utile cimare almeno un paio di settimane prima del trapianto quando le piante hanno ben riempito l’alveolare.

 

Produzione

‘Dazzleberry’ è adatto per la coltivazione in vasi del diametro del 14 con una pianta per vaso, per misure più piccole è possibile usare una piantina cimata ma in estate rischia di essere poco stabile per via della vegetazione della pianta. Per i Sedum il substrato deve essere sciolto, con una buona componente porosa, cioè ben drenanti, con un pH leggermente acido: 5,5-6,5.

Come già detto i Sedum possono essere coltivati sia come piante fiore che come piante perenni. Per piante da fiore si intende piante in vaso medio piccolo 12-14 cm di diametro pronti per la vendita quando sono fioriti, sostanzialmente in estate.

Per la coltura dei Sedum come piante perenni è possibile avere piante in vasi più grandi o anche in Basket per le varietà ricadenti. La coltura dei Sedum, se improntata come coltura di piante da fiore e non piante perenni deve essere coltivata asciutta per evitare marciumi. Sono da considerarsi come piante grasse e possono tollerare regimi medi di irrigazione, ma in generale i risultati migliori in condizioni di leggiero asciutto. Quando l’irrigazione è necessaria assicurarsi di intervenire sempre sul secco. Tenerli asciutti contribuirà a ridurre la crescita, rende le piante più solide e intensifica il colore delle foglie e degli steli.

È possibile comunque, anche per la produzione di piante da fiore, procedere alla coltivazione in esterno, nelle zone più calde come Lazio e Puglia. Iniziare la coltura finita l’estate per avere vasi grandi o all’inizio dell’inverno. Lasciare le piante fino a Marzo asciutte e poi gradualmente apportare concimi bilanciati e irrigare con costanza.

L’apporto di nutrienti deve essere limitato e subito disponibile, sono da preferirsi fertirrigazioni e concimazioni fogliari.

Anche l’uso di concimi a rilascio controllato può essere interessante soprattutto per piante coltivate come perenni.

Con la crescita naturalmente compatta dei Sedum ed in particolare della varietà ‘Dazzleberry’, di solito non è necessario applicare regolatori di crescita per ridurre l’altezza delle piante.

In determinate condizioni di coltivazione o sotto alta densità di coltivazione si può essere necessario utilizzare regolatori di crescita chimici.

 

Insetti e malattie

Ci sono solo un paio di problemi da tenere a mente nella coltivazione dei Sedum e più in dettaglio dei ‘Dazzleberry’. Gli afidi sono l’insetto parassita più comune e di più facile controllo soprattutto con antagonisti naturali. Le infesioni si Fusarium, Phytophthora o Rhizoctonia sono possibili quando le colture sono mantenute costantemente bagnate o se il terreno di coltura è poco drenante.

 

Programmazione

A seconda del periodo dell’anno le piante possono essere vendute come piante perenni da foglia ornamentale o come pianta fiorita. Grazie al suo fogliame grigio-blu le ‘Dazzleberry’ possono essere commercializzate in tutta la stagione di crescita. Oppure si possono vendere piante fiorite verso la fine dell’estate, diverse settimane prima della maggior parte delle Sedum da fiore.

 

Piante vendute per il fogliame possono essere prodotte in contenitori del 10-12 e 14 cm di diametro con una media di 6-12 settimane di coltura. I Sedum sono piante a giorno lungo e non fioriscono in condizioni di giorno corto. Se si vuole anticipare la fioritura è possibile illuminare.

 

Sedum ‘Dazzleberry’ richiede circa sei-nove settimane di coltivazione per raggiungere fioritura coltivandoli a 20° C.

 

Sedum Sunsparkler ‘Dazzleberry’ è stato selezionato da Chris Hansen e promosso in Europa da Plantipp.