SPIRALE

SPIRALE

6 novembre 2015

Quando da piccolo alle medie dovevo disegnare con il compasso e le squadre mi divertivo molto. Era l’emozione della cartelletta da disegno, il profumo della gomma e delle matite belle. Il gusto amaro delle squadre. La spirale è il disegno che mi è piaciuto di più tracciare. Calma, mano ferma, buon calcolo. Il compasso usato leggero mi raccomando. E la natura di spirali, così come la fantasia della gente, ne è piena.

Ma a cosa servono le forme a spirale nel mio lavoro? Serve per calmare, per catturare l’attenzione. Serve per invertire gli spazi ed ingrandire. Possiamo Usare queste forme per promuovere dei prodotti, per decorare degli ambienti che vogliamo caratterizzare.

Mio figlio andrà a scuola il prossimo anno ed ora, all’asilo, gli insegnano a colorare con i pastelli, lui che è un preciso li vuole sempre super appuntiti. Stiamo producendo una quantità di trucioli enorme e questi trucioli sono delle spirali!

A me le spirali mi ricordano i Balcani, il primo regalo preso a mia moglie, degli orecchini di rame a spirale, i cavalli perché nelle stalle usano i trucioli del legno che sono delle spirali e mi ricordano anche la prima volta che ho fatto un mazzo di fiori a Minoprio nel corso di arte floreale. Tutta una teoria sulla spirale che non ho mai capito e che tutt’ora ignoro.