Tappezzanti varietà e colori

Tappezzanti

22 marzo 2016

Molti pensano che differenziare voglia dire trovare le rarità, rivolgersi a cercatori di piante rare che possano risolvere i problemi di cosa produrre. Nell’ultimo periodo mi sono accorto che un settore ancora poco esplorato dai produttori italiani è il settore delle tappezzanti. Copri-suolo che possano essere una alternativa al prato, verde o fiorito che sia.

 

Il portamento espanso o strisciante viene da pensare che sia tipico delle piante da sottobosco, in realtà sono molte anche quelle che resistono molto bene al sole e al caldo. Il punto è poter offrire un prodotto che sia accessibile sia in termini di misura che di prezzo da tutti i nostri clienti. Il ruolo decorativo delle piante tappezzanti in giardino, soprattutto negli ambienti piccoli, è fondamentale perché riesce a dare profondità e colore agli angoli più bui. La scelta del contenitore è parte fondamentale, si possono offrire pack, vasi di piccole dimensioni oppure mattonelle da osare direttamente.

 

Le prime piante a cui tutti pensiamo sono i Sedum e le Ajuga. Entrambe si sivluppano velocemente e donano belle fioriture e assicurano una buona copertura del suolo. L’Ajuga reptans multicolor o Sugar plum, crea un effetto tappezzante molto gradevole. Le foglie verdi sono tappezzate di violetto e bianco. Il fiore primaverile è blu e le infiorescenze si alzano per 10-15cm.

I Sedum sono moltissimi, alcuni eretti come il S. spectabile assicura ottime fioriture e bellissime rosette, mentre il S. spurium variegatum è il classico tappetino sempreverde, variegato e con i piccoli fiori rosa.

Restando sempre al sole, accanto alle rose tappezzanti, vendute anche queste in piccoli contenitori, le Hebe unica la Hebe X Rhubarb & Custard con i le foglie variegate e i giovani germogli rossi. Anche i  numerosissimi Geranium possono essere trattati come coprisuolo da fiore. Aromatico invece il timo che garantisce anche un ottimo profumo, il mio preferito come copri suolo, sia in montagna che al mare il Thymus herba-barona con gli splendidi fiori rosa. Sempre al sole e con i fiori gialli la Mecardonia o la Waldsteinia ternata: candidi cuscini di fiori gialli estivi.

L’Arctostaphylos Emerald Carpet è un arbusto basso, basso, con foglie verdi brillanti e fusti purpurei. Eccellente come tappezzante associato ad azalee e rododendri, Mirtilli e edera. Le Stachys resistono bene al sole e al freddo, se le piante sono da talea non fioriscono e assicurano una buona copertura del terreno.

L’Hottunia cordata è la classica pianta della nonna che lasciata in giardino anche al sole, assicura una vegetazione abbondante e ricca. La Muehlenbeckia complexa è una delle piante che negli ultimi tempi stanno avendo una nuova primavera. È una pianta semplice nelle esigenze climatiche e di terreno ma che arricchisce il giardino di candidi cuscini. È perfetta anche nelle composizioni come sempreverde o come prodotto da garden in vaso piccolo, come pianta per le occasioni.

Avviandoci verso l’ombra l’Epimedium, i Lamium e i Trifolium garantiscono ottimi risultati, anche in vaso.

 

Resta la volontà di differenziare, l’idea di offrire nuovi prodotti, nell’attesa che i garden center ci chiedano piante per il verde cimiteriale e le piante per i terrari.