ARTICOLI

MAGNOLIA l’americana dal nome francese

Quante magnolie da fiore sbocciano ogni primavera nei giardini d’Europa, e del mondo. Un bellissimo arbusto dalle foglie dcorative e di un bel verde sempre molto luminoso. Le gemme sono morbide perché coperte da una fine e delicatissima peluria che rende i fiori ancora più interessanti. L’attesa dei fiori primaverili-estivi è ripagata da abbondanti fioriture. I petali, soprattutto nei fiori di colore scuro e intenso, creano dei veri e propri calici che come scrigni ospitano le parti interne dei fiori, apprezzatissime dagli insetti. Le foglie in autunno cadono di un bel colore giallo-bronzo, perfette per essere raccolte e conservate in casa per tutto l’inverno.

Il genere Magnolia è originario del sud degli Stati Uniti e diffuso in alcune regioni asiatiche. Le Magnoliaceae rivestono grande importanza per i paleontologi perché sono considerate tra le prime piante a produrre fiori tra quelle comparse sulla Terra. Ne esistono numerose varietà orticole e quindi è difficile raccapezzarsi soprattutto si rischia l’ira di qualche botanico che si sente toccato nell’intimo soprattutto da quando il genere Michelia è stato portato, o riportato all’interno della famiglia delle magnolie. Delle magnolie ex Michelia molto interessanti sono le fuscata e le laevifolia, sempreverdi molto fiorifere in età adulta. Recentemente sono nati degli ibridi estremamente interessanti da incroci di Magnolia figo. Questa Magnolia si coltiva come pianta ornamentale nei giardini per i suoi fiori profumati, che sono bianco-crema, arrotondato viola, o luce-viola, e fortemente profumato. Le foglie sono coriacee, scuro lucido-verde, lunghe fino a 10 cm. Questa pianta è utilizzata a Shanghai, in Cina, come una siepe sempreverde alto. Cresce ad un grande albero sempreverde compatto. Per le Magnolia grandiflora si è assistito a una progressiva riduzione delle dimensioni e un proporzionale aumento del numero di fiori. Grazie al lavoro di alcune università americane si sono avute sempre più varietà compatte e molto fiorifere, è stata aumentata anche la capacità di ridurre radici secondarie e si sono selezionate varietà che ramificano più facilmente alle tradizionali varietà coltivate anche dai vivai italiani. Ho una grande venerazione per la Magnolia macrophylla nata quando ho visto per la prima volta Villa Taranto a Pallanza, poi ne ho scoperto un esemplare nel parco della Fondazione Minoprio quando ero studente. Questo lussureggiante alberello è originario delle regioni sud orientali degli stati uniti viene introdotta a fine ottocento per le sue grandi foglie lunghe fino a 80 cm. I fiori sono grandi, profumati, bianco crema con una lama rosa viola alla base del petalo. La macrophylla è sensibile al freddo da giovane per poi diventare resistente da adulta. Ovviamente sopporta male le grandinate e i forti temporali estivi che danneggiano in modo vistoso le foglie. Ma l’apertura delle foglie di questa specie di Magnolia è per me sempre fonte di grande stupore.

GEMME MORBIDE COLORE PIENO

Si è dovuto attendere il contributo degli ibridatori giapponesi e cinesi per iniziare ad avere delle magnolie da fiore belle sia nella fioritura che nel portamento. Le magnolie da fiore sono dei bellissimi arbusti a foglia caduca. Hanno foglie arrotondate di un bel verde luminoso. Le gemme sono morbide perché coperte da una fine e delicatissima peluria che rende i fiori ancora più interessanti. L’attesa dei fiori primaverili-estivi è ripagata da abbondanti fioriture di diversi colori a seconda delle varietà, si passa dal bianco al rosa fino ad arrivare al porpora. I petali, soprattutto nei fiori di colore scuro e intenso, creano dei veri e propri calici che come scrigni ospitano le parti interne dei fiori, apprezzatissime dagli insetti. Le foglie in autunno cadono di un bel colore giallo-bronzo, perfette per essere raccolte e conservate in casa per tutto l’inverno.

Esistono alcune specie a fiore giallo, la più interessante secondo me è la Magnolia acuminata che è un alberello vigoroso, deciduo, originario dell’America, ha grandi foglie lunghe fino a 20 cm, con la pagina inferiore ricoperta da una peluria. A primavera produce fiori gialli più o meno intensi che possono arrivare fino al giallo verde. Resiste bene al freddo e cresce fino a 20 metri in altezza. Esistono delle cultivar a fiore giallo intenso e compatte nella crescita.

Magnolia grandiflora Alta

Descrizione

Alta è una grandiflora molto slanciate e eretta. Dopo 10 anni Magnolia grandiflora Alta (‘TMGH’PBR) è alta circa 3,5 metri e larga 1,5. In estate ha fiori bianchi sorprendenti, dal profumo fragrante. Senza potatura, Alta rimane naturalmente fastigiata con il passare degli anni. La pianta può essere potata se necessario, preferibilmente in primavera o in estate. L’Alta è molto resistente e tollera circa -20 ºC. Alta mantiene il suo fogliame che è lucido e verde scuro tutto l’anno. Cresce bene su terreno sabbioso o argilloso in pieno sole o in ombra parziale. Alta è una nuova selezione del tipo Magnolia grandiflora pensata principalmente per i paesi del Mediterraneo anche se con le sue caratteristiche ha migliorato notevolmente i risultati delle magnolie grandiflora nelle zone climatiche più fredde dell’Europa centrale e settentrionale!

Punti chiave

  1. Bellissimi fiori bianchi e profumati
  2. Fogliame coriaceo, simile al cuoio
  3. Portamento più compatto di altre grandiflora
  4. Apparato radicale forte

 

MI PIACCIONO LE GRANDIFLORA

Pur non avendo un grande giardino ho una magnolia che coinvolge quasi tutto il mio giardino. Ho una grande Magnolia grandiflora che è alta più di 20 metri. I primi 5/6 metri sono stati privati dai rami per fare spazio alle macchine in modo che ci si possa parcheggiare sotto. Non una bella pianta, leggermente storta dovuta alla vicinanza con la casa. Ma è la mia magnolia, una pianta talmente grande e ben radicata nelle menti di tutti i membri della mia famiglia che ne è diventata una parte rilevante. Rilevante nel mio piccolo giardino così come in moltissimi altri giardini lombardi e veneti. Figlie di quella prima pianta arrivata dagli stati uniti, o forse dalla Francia, al giardino botanico di Padova. Non c’è villa gentilizia lombarda o palladiana veneta che non abbia il suo bell’esemplare di magnolia grandiflora. Un genere quello delle magnolie che per lungo tempo, fino circa agli anni ’80 dello scorso secolo, ha interessato tantissimi appassionati e collezionisti che hanno portato e importato dal Giappone e dalla Cina moltissime specie e alcuni nuovi ibridi. Una febbre che per moltissimo tempo, come per la moda, ha interessato tante persone e giardini ma che, con l’aumento delle varietà in commercio, della misura e stravaganza dei fiori si sono perse alcune caratteristiche di resistenza delle piante e nemmeno molto lentamente sono diventate meno di moda e si sono iniziate a vendere di meno. Dalle prime M. stellata dai fiori giganti si è passati ai primi ibridi interspecifici tra M. liliflora e M. denudata ottenendo così la M. x soulangiana. Buona parte del lavoro di selezione di nuove varietà è dovuto a Vance Hooper (nella foto qui accanto orgoglioso in messo alle sue piante). Anche Vance è stato preso dalla febbre molti anni fa e le sue mani benedette sono riuscite a selezionare alcune delle varietà più belle sul mercato.

LA COLLEZIONE DI PLANTIPP

Le magnolia appassionano tantissimi coltivatori e giardinieri così come tante persone che amano lasciarsi incantare da questi alberelli legnosi capaci di produrre fiori belli e grandi. Anche nella famiglia di Plantipp ci sono molti appassionati come Vance Hooper che da anni si occupa di coltivazione e ibridazione di Magnolia in Nuova Zelanda. Plantipp gestisce numerose varietà appartenenti a questo genere nelle diverse specie e varietà. Una passione e un interesse che si declina in modo diverso nei paesi dove viene coltivata e commercializzata. In Italia tutte le specie trovano il loro posto ideale. Nel nord Europa sono le varietà decidue quelle a reistere meglio al clime del nord e dove i fiori regalano suggestive fioriture.

Magnolia ‘Cameo’

Questa nuova Magnolia soulangeana è stata selezionata per i suoi fiori unici. Il profondo colore rosa scuro dei petali esterni si sbiadisce magnificamente nel bianco neve all’interno del calice. ‘Cameo’ si distingue anche per la sua prolifica fioritura. Ogni primavera rimarrai sorpreso dall’abbondanza di fiori che sembrano tulipani che questa meravigliosa pianta produce fin dalla giovane età!

Magnolia ‘Cleopatra’

Sono tanti i fiori viola ametista prodotti in primavera dalla Magnolia ‘Cleopatra’. Fiori solidi, tosti, resistenti alle intemperie e al sole italiano. È un bellissimo ibrido con un colore brillante e audace, raro tra le Magnolie. ‘Cleopatra’ fiorisce abbondantemente in giovane età e cresce in un albero a forma piramidale, che col tempo lentamente ramifica lateralmente. ‘Cleopatra’ diventa in 10-15 anni circa 5 metri di altezza al nord Italia.

Magnolia ‘Genie’

Magnolia ‘Genie’ è il risultato di 15 anni di ibridazione tra una Magnolia soulangeana e Magnolia liliiflora che ha portato a un piccolo albero compatto che raggiungerà i 3 metri di altezza in 10 anni. L’elevata percentuale di geni di liliiflora garantisce un colore rosso molto stabile rispetto ad altre magnolie rosse sul mercato. Il fogliame è piccolo, di un ricco verde scuro. Una pianta elegantissima anche senza fiori.

Magnolia laevifolia ‘Gail’s Favourite’

Una Magnolia da scegliere sia per il suo fogliame verde scuro, folto ed eretto, che per i fiori bianchi, tantissimi in estate e profumati. Fiori dalla consistenza della seta e foglie dal sapore di oriente rendono questa Magnolia una perla preziosa in giardino. Resiste in terreni drenanti fino a -15°C. Prospera in un terreno fertile, soleggiato e ricco di sostanza organica. Può raggiungere fino a 2,50 m di altezza e 1 m di larghezza. Rende benissimo in contenitore grazie alla sua forte carica decorativa.

Magnolia laevifolia Vanilla Pearls

Splendida sempreverde nana la Magnolia laevifolia (precedentemente nota come Michelia). Forma un arbusto arrotondato ordinato, densamente ramificato, rivestito di fogliame lucido, verde medio e coriaceo. In primavera, “Vanilla Pearls” si ricopre di fiori bianco – crema deliziosamente profumati, che attirerà masse di api felici! A metà estate fiori di nuovo in modo più modesto. Pianta ‘Vanilla Pearls’ in terreno umido (ma ben drenato), leggermente acido e fertile. Sebbene tollera l’ombra parziale, “Vanilla Pearls” si comporta meglio in pieno sole. Pota leggermente dopo la fioritura in primavera, solo se necessario per stimolare la fioritura estiva. Ideale come pianta singola in giardino formale, come siepe bassa o in vaso, Se vuoi dare un tocco Esotico al tuo giardino clicca QUI. Cresce 70 cm x 70 cm, resistente fino a -12 ºC.

Magnolia Emperor

Magnolia Emperor ha fiori rosa scuro molto grandi: 20 cm di larghezza! Puoi goderti questi bellissimi fiori a lungo come un vero imperatore! Fiorisce in primavera e rifiorisce in estate. Emperor diventa alto 5 m e largo 3,5 m dopo 10 anni. Pianta Emperor in pieno sole in un terreno fertile, umido e ben drenato. Con la sua fioritura abbondante e il fogliame verde brillante, è un albero perfetto per essere coltivato in contenitore per terrazze o balconi e per essere piantato in terra per decorare strade e piazze. Potare in estate se necessario. Resistente fino a -15 ºC.

Magnolia Pink Pyramid

La Magnolia Pink Pyramid è uno stretto albero che dopo 10 anni è alto circa 4 m e largo 1,5 m. È un albero estremamente adatto per i giardini più piccoli o per essere coltivato in vaso su terrazza e balcone. Il fogliame, caduco, è verde scuro e i fiori hanno un colore dal viola al rosa scuro. I fiori hanno un diametro di 15-20 cm. Pink Pyramid riesce a fiorire fin dalla tenera età e fiorisce in primavera con una rifioritura in estate. Pianta Pink Pyramid in pieno sole in un terreno fertile, umido e ben drenato. Potare in estate se necessario. Resistente fino a -15 ºC.

Magnolia Starburst

Magnolia Starburst ha fiori semidoppi accattivanti grazie alle sue diverse sfumature di rosa e bianco. Quando il fiore si apre rivela un universo di stelle color rosso-rosa, un effetto aerografato su uno sfondo bianco. Starburst fiorisce in estate in modo “stellare”. La crescita è di tipo eretto, colonnare-piramidale. Le dimensioni sono medie, è così perfetta come pianta da giardino o come un piccolo albero da città. Starburst all’età di 10 anni raggiungerà un’altezza di circa 4 metri una larghezza di 2 metri. Puoi usare Starburst come pianta da giardino, come un piccolo albero bordura, in contenitori su terrazza e balcone o per creare . Pianta Starburst in pieno sole in un terreno fertile, umido ma ben drenato. Potatura in estate. Resistente a -15 ºC.

Magnolia Watermelon

Magnolia Watermelon fiorisce in primavera con fiori semidoppi di colore rosa brillante con un diametro non inferiore a 15-20 cm. In estate Watermelon a volte dà una seconda buttata di fiori. Watermelon fiorisce facilmente fin dalla tenera età. Il fogliame deciduo è rotondo, medio e di colore verde scuro. Il portamento è eretto. Pianta Watermelon in pieno sole in un terreno umido, fertile e ben drenato. Dopo 10 anni Watermelon è alta circa 6 m e larga 3 m. Questa Magnolia è molto adatta per i giardini più piccoli, per giardini urbani e in filare. Resistente fino a circa -15 ºC.

Plantipp in Italia collabora con numerosi vivaisti come Francesco Vignoli, di VIGNOLI VIVAIqui accanto nella foto con le piante madre di Magnolia da cui preleva le marze per reazlizzare giovani piante di Magnolia da Innesto.

Le altre aziende che hanno in assortimento le magnolia sono

Vettori giovani piante,

Innocenti e Mangoni,

Vivai Nord e

Romiti Vivai.

MAGNOLIA
L'albero da fiore che riempie il giardino di gioia

RICHIEDI INFORMAZIONI

Le Magnolia raccontate in questo post sono gestite da gestite da Plantipp,

Scrivimi per avere maggiori informazioni

Se sei arrivato a leggere fino a qui puoi scaricare il fascicolo

Arbusti da Fiore – Racconto per immagini